Nuovo del sito

Ritratto di Marco Selvini

Buongiorno a tutti!
Mi sono appena iscritto al sito. Volevo semplicemente farvi i complimenti per il sito e congratularmi con tutte quelle persone che hanno collaborato alla creazione di un sistema operativo bello e funzionale come PCLinuxOs che ho installato da una settimana sul mio netbook Packard Bell e che credo non rimuoverò mai. Dopo giorni e giorni di liti con Ubuntu, soprattutto l'ultima versione, ho impiegato non poco a trovare un SO che soddisfacesse al meglio le mie aspettative. Poi, un venerdì di cassintegrazione, nonostante fossi un po' riluttante al sistema di pacchettizzazione rpm (penso sia comprensibile dopo anni ed anni di .deb) ho voluto sperimentare: non avrei perso nulla se non un po' del mio tempo. Eccomi qui invece, con un sistema finalmente stabile e con l'essenziale, senza programmi preinstallati che a poco mi sarebbero serviti. Ho ancora parecchio da imparare (ci ho messo qualche ora a far funzionare il touchpad a dovere...) ma con l'impegno ed il vostro aiuto penso non mi pentirò mai della scelta fatta, cosa invece successa con Ubuntu.
Grazie quindi e spero che un giorno possa essere io a dare eventualmente una mano, se pur umile, a tutti voi: mi devo sdebitare in qualche modo Smile
Buona continuazione.
Marco.

Ritratto di zafran

Bene, grazie, benvenuto.

In principio furono i .rpm (Redhat Package Management) e visto che funzionavano, debian li modificò facendo i .deb.
Non ho mai capito perché non potesse usare i .rpm pure lei ma avrà avuto i suoi motivi.
Comunque sui .deb costruì il sistema apt che è probabilmente il sistema di gestione dei pacchetti più efficiente e pclos l'ha adottato per gestire i .rpm.

Quindi .rpm o .deb cambia poco, l'interessante è che apt scovi le dipendenze e le soddisfi..

Ritratto di hellraiser

Marco Selvini wrote:
Buongiorno a tutti!
(ci ho messo qualche ora a far funzionare il touchpad a dovere...)

Ciao e benvenuto

Dato che ci sto sbattendo anch'io la testsa, saresti così gentile da spiegare come hai fatto a far funzionare e configurare il touchpad? Magari creando un nuovo topic nella sezione hardware, oppure creando un nuovo boo in documentazione?

Grazie, ad ogni modo Wink

Ritratto di francesco bat

Benvenuto !
Anche io sono da poco e vengo da anni di Ubuntu ed esperienze di deb.
Mi sto imparando anche io il mondo rpm, ma come mi sono imparato ubuntu e deb da utente windows, non penso che ci saranno molte difficoltà a capire rpm dal mondo deb Smile
Io invece, per ora, uso pclinuxos su vmware da ubuntu ma sarei in procinto di installarlo a breve.
Invece io, a differenza tua, mi è piaciuto già tutto il sistema con molti programmi gia preinstalati (con ubuntu devo reinstallare tutto io da synaptic ogni 5 6 mesi o 1 volta l'anno; stressantissimo).
Anzi pensavo addirittura alla versione fullmonty completissima di tutto e veramente npn ci devo aggiungere più nulla (tranne qualche altro pacchetto non installato e non presente nei repository).
Certo è una versione agghiacciante ma ho anche 2 gb di ram e un dual core 2,7 ghz Smile
Infatti dovrei installarlo a giorni su una mia partizione di 20gb che ho per testarlo un pò.
Speero che vada altrimenti dovrò aspettare a metà anno prossimo per liberare una partizione più grande.
Ciao
Francesco bat

Ritratto di Marco Selvini

hellraiser wrote:
Marco Selvini wrote:
Buongiorno a tutti!
(ci ho messo qualche ora a far funzionare il touchpad a dovere...)

Ciao e benvenuto

Dato che ci sto sbattendo anch'io la testsa, saresti così gentile da spiegare come hai fatto a far funzionare e configurare il touchpad? Magari creando un nuovo topic nella sezione hardware, oppure creando un nuovo boo in documentazione?

Grazie, ad ogni modo ;)

Ciao e scusa per il ritardo ma purtroppo il lavoro.... In realtà non ho fatto molto di trascendentale: ho installato il pacchetto "Ksynaptics" e il pacchetto "kcm_touchpad" dopo di che mi sono trovato la configurazione del touchpad all'interno del centro di configurazione di KDE sotto la voce "oggetti smarriti". Qui ho sperimentato un po' con i vari pulsanti e controlli sino a raggiungere una situazione di equilibrio.
Prova anche tu e fammi sapere, magari qualche altra idea la trovo.
Spero di esserti di aiuto.
Ciao.
Marco.

Ritratto di Marco Selvini

@ zafran

zafran wrote:
Bene, grazie, benvenuto.

In principio furono i .rpm (Redhat Package Management) e visto che funzionavano, debian li modificò facendo i .deb.
Non ho mai capito perché non potesse usare i .rpm pure lei ma avrà avuto i suoi motivi.
Comunque sui .deb costruì il sistema apt che è probabilmente il sistema di gestione dei pacchetti più efficiente e pclos l'ha adottato per gestire i .rpm.

Quindi .rpm o .deb cambia poco, l'interessante è che apt scovi le dipendenze e le soddisfi..

Effettivamente posso dirti che in rete c'è ancora molta ignoranza a riguardo: fino a che non ho scoperto PCLOS, ero convinto che le dipendenze dei pacchetti .rpm dovessero essere fatte a "manina" stile Mandrake (ora Mandriva) e che nessuna distribuzione basata su quei pacchetti potesse fare diversamente. Mi devo smentire!
Ho solo una domanda: Pclos dovrebbe essere una rolling relase, giusto? Come mi accorgo della presenza di nuovi aggiornamenti? Controllo semplicemente con Synaptic periodicamente o c'è qualche altro espediente?
Grazie ancora.
Marco.

Ritratto di Marco Selvini

@ Francesco

francesco bat wrote:
Benvenuto !
Anche io sono da poco e vengo da anni di Ubuntu ed esperienze di deb.
Mi sto imparando anche io il mondo rpm, ma come mi sono imparato ubuntu e deb da utente windows, non penso che ci saranno molte difficoltà a capire rpm dal mondo deb Smile
Io invece, per ora, uso pclinuxos su vmware da ubuntu ma sarei in procinto di installarlo a breve.
Invece io, a differenza tua, mi è piaciuto già tutto il sistema con molti programmi gia preinstalati (con ubuntu devo reinstallare tutto io da synaptic ogni 5 6 mesi o 1 volta l'anno; stressantissimo).
Anzi pensavo addirittura alla versione fullmonty completissima di tutto e veramente npn ci devo aggiungere più nulla (tranne qualche altro pacchetto non installato e non presente nei repository).
Certo è una versione agghiacciante ma ho anche 2 gb di ram e un dual core 2,7 ghz Smile
Infatti dovrei installarlo a giorni su una mia partizione di 20gb che ho per testarlo un pò.
Speero che vada altrimenti dovrò aspettare a metà anno prossimo per liberare una partizione più grande.
Ciao
Francesco bat

Ciao Francesco e grazie per il benvenuto. Nel mio piccolo ti posso assicurare che non avrai problemi ad installare PCLOS sul tuo superperformante pc: ci sono riuscito io su di un netbook!!!
Io, a differenza tua, preferisco avere solo ciò che mi serve e non tanti programmi inutili o pseudoinutili: tante volte si riscia di fare pasticci.
Comunque sia i gusti sono gusti: vorrà dire che quando avrò bisogno di un qualche programma specifico di cui non so nulla, chiederò a te Biggrin
Ciao e fammi sapere come va l'installazione!
Marco.

Ritratto di monsee

Per i problemi col touchpad, le soluzioni (indicate da Texstar) le trovi alla seguente pagina del Forum americano: http://www.pclinuxos.com/forum/index.php?topic=93782.0

Ritratto di ernstfree

Marco Selvini wrote:

Ho solo una domanda: Pclos dovrebbe essere una rolling relase, giusto? Come mi accorgo della presenza di nuovi aggiornamenti? Controllo semplicemente con Synaptic periodicamente o c'è qualche altro espediente?
Grazie ancora.
Marco.

Certo PCLinuxOS è rolling, più precisamente semi-rolling .... e questo è per me il punto di forza fondante di questa interessantissima distro!
Di default difetta di strumento per la segnalazione degli aggiormamenti e perciò solo un amministratore può (di default) aggiornare il sistema passando per synaptic ... una scelta particolare che comprendo solo in parte e che crea, a mio parere, qualche problema in utenti autodidatti o ubuntu-dipendenti (:)) ...

Ritratto di monsee

ernstfree wrote:
Di default difetta di strumento per la segnalazione degli aggiormementi

In questo momento sono con Foresight e non con PClinuxOS, per cui non posso confermarlo di preciso, ma mi par di ricordare che forse esiste un pacchetto (installabile da Synaptic) che vale proprio a segnalar gli aggiornamenti.
Personalmente, NON l'ho mai utilizzato e lo ritengo inutile (se non addirittura controproducente: se si va a controllare di persona gli eventuali aggiornamenti ci si può render conto anche della presenza di eventuali pacchetti aggiunti di fresco alla dotazione e -posto ciò interessi- sceglier di installarli; se si fa tutto in automatico, invece, non viene in mente e può accader di ignorare che ci son nuovi pacchetti che ci interesserebbero a disposizione), ma non appena rientro in PClinuxOS verifico la cosa e, se si conferma vera, ti indico anche il nome esatto del pacchetto. Che io consiglio in ogni caso di NON utilizzare, sia ben chiaro.

Ritratto di bebolinux

ernstfree wrote:
[quote=Marco Selvini
Di default difetta di strumento per la segnalazione degli aggiormamenti e perciò solo un amministratore può (di default) aggiornare..

Lo strumento è update-notifier installabile da synaptic, è vero che era sparito x qualche mese a causa di incompatibilità ma ora è ok.
Aggiunge icona nella barra di sistema che segnala aggiornamenti. Basta un click password di Root ed aggiorna tutto.
Io lo uso ma effettivamente l'aggiornamenti ossessivo è un'esigenza pscicologica piü che pratica.

Ritratto di monsee

Confermo: il nome esatto del pacchetto è

update-notifier

E la correlata descrizione è la seguente (cito alla lettera):
"Update-notifier è una applicazione per controllare gli aggiornamenti. Mostra una icona nel pannello del sistema, informa su la quantità e i nomi degli aggiornamenti e offre la opzione di installarli."

Ritratto di Marco Selvini

monsee wrote:
Confermo: il nome esatto del pacchetto è

update-notifier

E la correlata descrizione è la seguente (cito alla lettera):
"Update-notifier è una applicazione per controllare gli aggiornamenti. Mostra una icona nel pannello del sistema, informa su la quantità e i nomi degli aggiornamenti e offre la opzione di installarli."

Sinceramente mi ha sempre dato fastidio il controllo ossessivo degli aggiornamento da parte di Ubuntu: è vero che non sono mai stato obbligato ad aggiornare ma il continuo ripresentarsi della notifica di nuovi aggiornamenti mi ha sempre dato ai nervi spingendomi spesso ad aggiornare i pacchetti per disperazione che per effettiva necessità andando incontro spesso a bug irrisolti che mi complicavano la vita. Preferisco invece farlo manualmente quando sono "predisposto" anche con frequenza non troppo regolare.
Notizia dell'ultimo minuto: raserò al suolo anche Ubuntu dal fisso per far posto a chi??? A PCLinuxOS ovviamente!
Sono molto incuriosito dalla versione LXDE ma ho qualche dubbio a riguardo. Purtroppo ora non ho molto tempo ma, appena mi libero un po' dall'ossessione "regali", mi faccio vivo e approfitto un po' della vostra esperienza.
Grazie a tutti e, se non dovessimo sentirci prima, Auguri a tutti per un felice Natale ed un meraviglioso 2012.

Ritratto di zafran

Mi sa che andremo d'accordo.

Ritratto di monsee

Conosco abbastanza bene (beh, come può conoscerla un normale Utente che la usa!) PCLinuxOS LXDE Edition (sia la versione standard che quella "mini"), per cui, se ghai da domandar qualcosa... La sola versione sulla quale so davvero poco o niente (giacché non la uso proprio) è la versione KDE (sia quella "standard" che la versione FullMonty, sia la versione KDE MiniME), perché è la sola versione che io non uso affatto...

Ritratto di hellraiser

zafran wrote:
Mi sa che andremo d'accordo.

si, auguri di buon natale e felice anno 2012 a tutti gli utenti del forum, già che ci siamo! Blum 3