mandriva-one-2010.2-GNOME-i586.iso

Ritratto di patel

Ho installato l'ultima mandriva e sono rimasto sorpreso della reattività del sistema, forse dipende dai driver della scheda grafica, ma è decisamente più veloce di Ubuntu e Pclos sul mio pc.
Ho installato da usb salvando la iso su chiavetta col comando dd come indicato dal manuale Garatti
http://www.linux-corner.it/programmi/Manuali/html_mdv/manuale_MDV2010_Ga....
L'installazione è molto simile a quella di pclos. Il grub1 ha riconosciuto tutte le distro installate col grub1 ed ha ignorato le altre.

Ritratto di joanlui

sì ma...stica no?

Ritratto di monsee

Io ho installato una derivata di Mandriva che si chiama Unity Linux: ha anche varie cose in stile PCLinuxOS (ma usa SmartPackage Manager anziché Synaptic per gli aggiornamenti del software) e adotta OpenBox come desktop-manager principale (cui si può affi8ancare anche KDE, Gnome, LXDE oppure XFCE). Mi è parso, sino ad ora (lo sto ancora testando) valido, anche se debbo rilevare che non dispone di alcuni ottimi programnmi (specie Kile e K3b) disponibili, invece, per PCLinuxOS....

Ritratto di zafran

Io invece sono riuscito (udite, udite) finalmente a avviare da Usb dopo diverse frustrazioni.

Ho messo con Unetbootin prima una Back Track ispirato da genchi e poi Pclos2010 che ho anche installato su hd.
Dico prima uno e poi l'altro perché Unetbootin non ha inteso ragioni di multiboot e ha sostituito alle impostazioni per l'avvio di BackTrack quelle di Pclos.
Con Unetbootin BackTrack ha scritto un menu.1st ma poi Pclos ha scritto un syslinux.cfg che l'ha sostituito (senza cancellarlo) come configuratore di grub.

Fra le varie frustrazioni collezionate c'è stata anche una serie di tentativi fatti con il famigerato dd.
La iso veniva scompattata come previsto ma di riuscire a rendere avviabile la chiavetta neanche a parlarne.
Evidentemente sono io che non capisco.
Cioè come si fa a fare un boot da usb se non si ha già un grub installato da modificare?
Senza contare che il comando
# grub-install /dev/sdX
restituiva immancabilmente che /dev/sdX non esiste.

Insomma sarà che sono ammalazzato ma dopo un pomeriggio di smanettamenti ho capito poco davvero.

Ritratto di joanlui

sì ma...appena installata la cara Mandriva a 64 bit ed è un altro passo!

Ritratto di patel

col comando dd si possono installare su chiavetta solo iso particolari, fatte apposta per essere bootabili anche da usb, quella di mandriva è dichiarata come tale. Ho provato dd con la iso di Linux Mint Debian Edition e non era bootabile.
Il multiboot su chiavetta non si può fare con unetbootin, conosco 3 modi:
1) installare grub1 sulla chiavetta e poi scompattare le iso in cartelle diverse e costruire un menu.lst per avviarle. Non funziona con tutte le distro, ma molto bene con Puppy, slax, Ubuntu, Pclos ed altre
2) installare grub2 sulla chiavetta e salvare direttamente le iso e costruire un grub.cfg per avviarle. Non funziona con tutte le distro, ma molto bene con Ubuntu e pclos e poche altre.
3) http://www.chicchedicala.it/2010/04/23/come-creare-una-chiavetta-usb-mul...(Chicche+di+Cala)&utm_content=Google+Reader