Appena iscritto; un saluto e alcune domande

Ritratto di Garde

Salve a tutti. Mi sono appena iscritto sul forum e, come è giusto, mi presento. Mi chamo Andrea, ho 46 anni e sono di Ferrara.
Mi sono iscritto perche avrei intenzione di installare Pclos (versione LXDE) sul mio pc. Attualmente uso una Mint 9 LTS che fra qualche mese cesserà di ricevere gli aggiornamenti. Sto quindi valutando di passare alla vostra distribuzione anche per il fatto che si tratta di una rollig release.
E' un po di tempo che seguo il forum, quindi molti dei dubbi che avevo mi sono gia stati chiariti leggendo precedenti discussioni.
Avrei però alcune domande "generiche" su Pclos.
So che normalmente e buona norma aprire un nuovo topic per ogni problema ma mi chiedevo, visto che, appunto, non si tratta di problemi specifici ma di domande generiche, se era possibile ferle tutte qui.
Non vorrei comiciare con il piede sbagliato. Smile
Grazie delle eventuali risposte.
Ciao

Andrea

Ritratto di twa

Garde,
benvenuto nella famiglia.
LXDE ottima scelta.
Penso che se posti nella sezione "VARIE" possa andare bene.
comunque aspetta conferma dai mods.
ciao

Ritratto di ernstfree

Essendo i PCLinuxOS users corretti ... sai che LMDE (Mint Debian edition) è rolling?
Anche se devo dire che mi sembra un po' scarna e poco supportata (la uso in una macchina vecchiotta) ....

Per il resto aspetta il giudizio dei moderatori.

A presto e benvenuto!

Ritratto di zafran

Non c'è da irrigidirsi tanto fra una sezione e l'altra.
L'importante è cercare di essere chiari sia nelle domande che nelle risposte.
Il che non sempre è facilissimo.

Ciò detto, benvenuto e ... buona collaborazione.

Ritratto di Garde

Grazie per i saluti.
Per adesso ho 2 domande.

- Ho un processore a 64 bit (AMD Athlon 64 3800+) quindi penso di poter anche installare la versione 64 bit. Mi chiedevo se è operativa come la 32 (alcune distribuzioni hanno, ad esempio, un parco software ridotto nella versioni a 64 rispetto alle 32) o è ancora "sperimentale"?
Ne avrei un vantaggio?

- Ho sempre usato gnome o kde. Installando LXDE, se volessi poi installare un software tipico di uno di questi due DM (es. digikam) potrei avere qualche problema?

X ernstfree. So dell'esistenza della LMDE, ma dopo la sua uscita ho avuto l'impressione che sia finita un po nel dimenticatoio.

Grazie

Ciao

Ritratto di zafran

Sì la 64 non è ancora completa come la 32.
Purtroppo lo so solo per sentito dire non avendo un 64 dove provarla.
Idem per i vantaggi che mi dicono ancora non molto consistenti, visto che il sw che alla fine viene utilizzato non è tutto a 64.

Ritratto di francesco bat

Ciao anche da parte mia Wink

Ritratto di monsee

Uso sin dall'inizio del testing anche PCLinuxOS a 64-bit (per la precisione, la versione con LXDE).
Il "parco software", in effetti, non è ancora ampio come accade per la versione a 32-bit, epperò non è manco "ridotto all'osso" come qualcuno potrebbe pensare. In pratica, nella versione a 64-bit son disponibili oltre 10mila pacchetti, mentre nella versione a 32-bit ne son disponibili circa 3mila in più.
Semmai, il problema è che la versione a 64-bit è da considerar comunque "da test" (per fare un esempio: è stato specificamente deciso che NON sarà possibile "passare" -quando verrà rilasciata la versione stabile- dalla versione "da test" a quella "finale.stabile" tramite aggiornamento. Sembra, pertanto che bisognerà spianar tutto e reinstallare daccapo (dopo di che, resta evidente che PCLinuxoS, anche a 64-bit, è "rolling" e una volta installata la versione "stabile-finale" la si potrà upgradare, a poco a poco, semplicemente usando synaptic, senza bisogno di dover più reinstallare).
Il solo problema vero che registro (gli Sviluppatori ne sono informati, giacché l'ho comunicato loro, ma sembra che il problema verrà risolto solo con la versione finale e definitiva) è una certa difficoltà nello "smontaggio" delle pen-drives o degli HD "esterni" (non so se sia lo stesso per la versione KDE: io sto parlando di LXDE).
In pratica, all'inserimento, la pen-drive viene riconosciuta e correttamente montata... Poi, al momento di smontarla oppure "espellerla", viene richiesta la password di root (il cielo solamente sa perchè!)... Data la password di root, la pen-drive viene smontata e poi la si può sfilare senza problemi.
Tutto bene, si direbbe (anche perchè la pen-drive funziona benissimo, dunque non ha risentito di nessuna conseguenza)... e invece no. Vero è che la pen-drive può stare tranquillissima. Ma, se ti fai un giro dentro alla cartella /media scoprirai con sorpresa che la cartella che rappresenta la pen-drive "montata" sta ancora lì! (dovrebbe essere scomparsa quando la pen-drive è stata smontata... e, invece, no!)
Naturalmente, non ci si può entrare dentro (dato che la pen-drive non c'è più), ma resta il fatto che la cartella è ancora lì. Che fare, a questo punto? Semplice: apri il file-manager di root (il PCManFM di Root), ci navighi fino alla cartella /media e, ivi giunto, clicchi col tasto destro del mouse sulla cartella che rappresenta il 2fantasma" della pen-drive e scegli la voce "Elimina".
La cartella-fantasma, finalmente sparirà.
E se lasci le cose come stanno (e la cartella-fantasma al posto suo)?
Succede che, re-inserendo la pen-drive una nuova volta, si crea una nuova cartella (la cartella-fantasma NON viene, dunque, affatto riportata in vita), con l'identico nome, seguito dal "trattino basso". Per esempio, se la pen-drive si chiama "Pippo", ti troverai, nella tua cartella /media sia la cartella-fantasma
Pippo
che la cartella (non-ancora-fantasma)
Pippo_

insomma, se le lasci accumulare, con il trescorrere degli usi della suddetta pen-drive, ti ritroverai la cartella /media stracolma di "pippi" (tutti "fantasmini", ovviamente), ossia avrai:
Pippo
Pippo_
Pippo__
Pippo___
Pippo____
Pippo_____
... etc, etc... fino ad averne la nausea.

Essenzialmente questo è il solo problema serio che rilevo nella versione a 64-bit (parlo, lo ripeto della iso LXDE RC1 a 64-bit, che è quella più attuale [anche se penso che fra non molto verrà rilasciata una nuova RC2... o qualcosa del genere]).

Ritratto di Garde

Grazie dei saluti e della spiegazione. Penso di andare con la 32 bit. Appena ho un po di tempo spiano e installo.
Per la questione dei programmi Gnome/Kde sotto lxde, potete dirmi qualcosa.

Ciao

Ritratto di bebolinux

Garde,
benvenuto..
anch'io mi sento di consigliarti la versione 32bit, anche perchè , salvo casi particolari, il 64 bit non porta benefici significativi.
Nel caso tu abbia da 4Gb di ram in su ti consiglio di installare la versione del kernel con PAE per gestire di tutta la Ram.
Il kernel standard può gestire al massimo 4GB compresa la memoria della scheda grafica e bios come nel caso delle versioni windows a 32bit.
Questo limite con linux è facilmente superabile installando da synaptic un kernel con l'estensione PAE
abilitata come kernel-3.2.18-pclos2.pae per avere l'accesso fino a 16GB di Ram.
ciao

Ritratto di monsee

Riguardo ai programmi... Parlando in linea generale, LXDE riesce a gestire assai bene i programmi "per Gnome" e anche molti dei programmi per KDE. NON riesce a gestir bene, invece, i programmi specifici per XFCE.
In LXDE, la scelta forse migliore come programma di masterizzazione è forse Simple-Burn (installabile con un semplice click, da Synaptic), ma anche Gnomebaker (pure esso installabile da Synaptic) rappresenta un'ottima scelta (eviterei, se fossi in te, K3b, perchè si porta dietro una pesante serie di dipendenze KDE).

In quanto al Kernel, confermo quanto già indicato da bebolinux, aggiungendo che se usi un desktopPC è preferibile tu scelga un Kernel ".bfs" (e anche ".pae", se hai 4 Gb o più di RAM a tua disposizione).
Se usi invece un notebook, dato che il Kernel ".bfs" risulta più "scattante", ma genera leggermente più calore, è meglio un Kernel ".pae" (se hai 4 gb o più di RAM da gestire) ma senza ".bfs".

Ritratto di ernstfree

Garde wrote:

... Installando LXDE, se volessi poi installare un software tipico di uno di questi due DM (es. digikam) potrei avere qualche problema?

io uso digikam (per lavoro) in varie macchine all'interno di una rete, n.2 delle quali hanno lxde e gnome ... salvo il fatto che alla prima installazione di digikam si trascinano molte librerie, per il resto tutto regolare ...

Garde wrote:

X ernstfree. So dell'esistenza della LMDE, ma dopo la sua uscita ho avuto l'impressione che sia finita un po nel dimenticatoio.

ho avuto anche io la stessa impressione e la cosa non mi è piaciuta molto visto che l'avevo suggerita a gente che cercava una rolling stabile con il futuro garantito ...

Ritratto di monsee

Non uso digikam, personalmente, ma so che si tratta di unn programma tipico di KDE. La via migliore di gestirlo, di conseguenza, sarebbe -visto che il tuo PC è a 64 bit- installar PCLinuxOS KDE a 64-bit (la versione "test5", se la memoria non mi inganna [scusami, ma KDE non mi piace per niente, per cjui manco ne segui gli sviluppi in nessun modo]), il quale dovrebbe esserci, in Synaptic, ed essere -se non rammento male- presente, al momento, nella sua versione 2.5.0...
Peraltro, può essere che la versione "da test" di PCLinuxOS 64-bit KDE non mostri il problema che t'ho segnalato (quello relativo ai "fantasmi" delle pen-drives inserite che girovagan per la cartella /media). Non usando KDE come desktop-environment in quanto proprio non mi piace (lo abbandonai definitivamente a fine primavera del 2009), però, non ne ho esperienza personale e non lo posso, dunque, garantire.
Naturalmente, puoi anche installare la versione PCLinuxOS LXDE RC1 a 64-bit (anche così è installabile da Synaptic Digikam), ma non stupirti se si trascina dietro un bel bagaglio di dipendenze di KDE.
Uguale cosa, naturalmente, se scegli di usare PCLinuxOS a 32-bit sul tuo PC a 64-bit (tranne che in questo caso non avrai i "fantasmini" che ti passeggiano nella cartella /media).
Ma circa la versione da installare, mi preme dirti che quando io installai PCLinuxOS a 32-bit nel mio notebook a 64-bit notai che c'era qualche problema (non decisivo, sia chiaro) e c'eran anche -alcune volte- dei messaggi di errore all'avvio (dopo i quali, l'avvio, però, proseguiva correttamente). Per cui, preferii spianar subito tutto e installar direttamente la versione a 64-bit (installai sia la versione -all'epoca disponibile, oggi non più- XFCE "Phoenix" 64-bit BETA, sia la versione LXDE RC1 64-bit... e debbo dir che entrambe funzionano benissimo [a parte le questioni attinenti alle pen-drives che ho già indicato, ovviamente: per XFCE c'è pure che le pen-drives si riescono ad aprire soltanto usando il Terminale] pure adesso).

Ritratto di 500paolo

La kde 64 va benissimo, nessun problema con le periferiche rimovibili.
Purtroppo tra i sw mancanti ce ne so alcuni non trascurabili (tempo fa mancava wine e gimp) che comunque vengono a distanza di tempo resi disponibili.
Forse e' solo questo il problema, da una test ci si aspetterebbe di avere prima i software rispetto alla stabile.

Col tuo pc potresti ambire a qualcosa di meglio di lxde, tra l'altro se sei abituato con gnome, passare a lxde non ti deprimerebbe?

C'e' anche xfce che e' un ottimo compromesso.

Ritratto di monsee

GIMP c'è (lo posso dire perchè io ce l'ho debitamente installato in ambedue le mie installazioni di PCLinuxOS a 64-bit [sia in quella con LXDE che in quella con XFCE]). Riguardo a WINE, in questo istante non rammento (anche se mi par di ricordare che ci sia pure lui), però più tardi entro in PCLinuxoS 64-bit (ora son con Fedora 18 XFCE 64-bit), verifico la cosa e torno a riferire.

Ritratto di 500paolo

Si adesso su kde 64 ci sono entrambi, ma contrariamente alla versione ufficiale 32 bit dove il rimpiazzo e' velocissimo (al massimo 1 settimana), sulla test si rimane anche per mesi senza poter usufruire di applicativi di un certo peso e sempre per un unico pacchetto non ancora aggiornato.